LA MAGICA CUCINA

         DELLE DONNE

 

La cottura primordiale dei cibi la realizza il cacciatore primitivo ponendo direttamente sul fuoco la cacciagione: è una cottura tipicamente maschile. Più tardi arriva la modalità del bollire che richiede la duplice mediazione del liquido e della pentola, la cucina si affina, diventa femminile. La prima è la cottura pubblica del banchetto, la seconda quella privata della famiglia. La prima è convessa, rivolta all’esterno. La seconda è concava, richiede la pentola che evoca l’antro, il ventre, l’utero: la cucina diventa una pratica magica. Slow Food valorizza sempre la plurimillenaria storia della cucina al femminile.